Inspired bags: cosa sono e perché si chiamano così

Nel guardaroba di ogni donna è presente, probabilmente, una inspired bag; o, forse, anche più di una. E magari nemmeno si è consapevoli che quegli accessori così eleganti e sofisticati si chiamano così. Sì, perché in effetti le inspired bags hanno l’aspetto di borse normali: o, per meglio dire, di borse di lusso. Si tratta di prodotti uguali sotto ogni punto di vista alle it-bags più celebri, e che proprio per questa ragione vengono chiamate anche replica bags. C’è, tuttavia, una caratteristica particolare che le differenzia rispetto alle versioni originali: il fatto che le inspired bags abbiano prezzi alla portata di tutti, mentre i modelli di partenza vantano cifre a tre o addirittura a quattro zeri.

Insomma, a fronte di modelli originali tanto lussuosi quanto costosi, le inspired bags offrono a chiunque l’occasione di poter andare in giro con borse di alta qualità ed esteticamente perfette. A questo punto ci si potrebbe domandare se tutto questo avvenga a norma di legge o se si stia parlando di articoli realizzati in modo illecito: ebbene, non c’è niente da temere sotto questo profilo, in quanto le inspired bags sono in regola. Il motivo è che queste borse non hanno dei loghi o dei marchi, non riportando alcun brand: questa è la peculiarità che le distingue rispetto alle borse contraffatte, il cui commercio è illegale proprio perché tali prodotti presentano loghi falsificati in bella vista.

Ogni stagione propone delle inspired bags nuove, che ovviamente traggono ispirazione dai modelli originali che provengono dalle più famose case di moda: da Valentino a Stella McCartney, da Dior a Fendi, da Chanel a Hermes, non è difficile individuare e acquistare la borsa ispirata che si preferisce, avendo la certezza di migliorare il proprio outfit e la possibilità di intervenire sul proprio stile e sul proprio look senza svuotare il portafogli. Non rimane che scoprire le novità degli ultimi mesi, allora. 

Comments

comments